Al momento stai visualizzando Vito Masciale (Snals Puglia): Le dimissioni del consigliere di Bianchi segnale allarmante

Vito Masciale (Snals Puglia): Le dimissioni del consigliere di Bianchi segnale allarmante

“Le dimissioni di Ricciardi, giunte mentre il DL 36/2022 è in pieno iter parlamentare, mi preoccupano fortemente. Sono il segnale che il Governo non ha alcuna intenzione di rispettare le regole della contrattazione con i sindacati.” Vito Masciale, segretario Snals Puglia, commenta così la situazione a dir poco incandescente in cui si trova in questo momento il Ministero dell’Istruzione.

Dopo lo sciopero del 30 maggio, a cui hanno partecipato in maniera massiccia gli appartenenti alle cinque principali sigle sindacali della scuola (tra cui Snals), la scorsa settimana si è dimesso il consulente per i rapporti con i sindacati del ministro Bianchi.

Quando il consiglio dei ministri ha licenziato la bozza di riforma è stato subito evidente che il lavoro approvato dalla task force di Palazzo Chigi non corrispondeva all’atto d’indirizzo che aveva presentato Ricciardi a inizio anno ai sindacati. Elemento del contendere è proprio quella parte della materia che, secondo lui, dovrebbe essere riservata alla contrattazione con i sindacati (come la formazione e la carriera dei docenti).

“Il nostro segretario generale Serafini – conclude Masciale – ha ricordato proprio nel suo discorso del giorno della festa dei lavoratori che nel maggio 2021 le rappresentanze sindacali hanno firmato un Patto, poi rivelatosi fasullo, in cui il Governo prometteva di mettere finalmente la scuola al centro del Paese. Quel Patto parlava di cifre che non si avvicinano nemmeno lontanamente a quelle poi stanziate in Finanziaria. Era, evidentemente, un bluff e Ricciardi, che ci aveva messo la faccia con i sindacati, ora ha deciso, coerentemente, di andarsene. I sindacati sono stati totalmente spogliati della loro funzione.”